Passeggeri a Ridotta Mobilità

Per garantire l’utilizzo del mezzo aereo senza discriminazioni e senza costi addizionali l’Unione Europea ha disposto regole comuni in tutti gli aeroporti comunitari che prevedono assistenza dedicata alle persone con disabilità, a mobilità ridotta o anziani (PRM). Dal 26 luglio 2008, secondo la normativa europea (Regolamento UE1107/2006), è responsabilità dei gestori aeroportuali fornire assistenza a terra ai passeggeri a ridotta mobilità.

A chi devo richiedere l’assistenza?

Occorre effettuare la segnalazione alla Compagnia Aerea, all’agenzia di viaggio o al tour operator, che hanno l’obbligo di trasmetterla al gestore degli aeroporti di partenza, arrivo ed eventuale transito.Sarà cura della Compagnia Aerea inoltrare la richiesta all’aeroporto interessato.

Quando devo presentare la richiesta?

Al momento della prenotazione o dell’acquisto del biglietto e, in ogni caso, almeno 48 ore prima della partenza. L’assistenza verrà comunque garantita anche in caso di omessa notifica entro le 48 ore precedenti alla partenza del volo, con tempistiche compatibili alle esigenze operative.

Il giorno della partenza come posso segnalare il mio arrivo in aeroporto per ricevere l’assistenza prenotata?

Occorre arrivare in aeroporto con l’anticipo indicato dalla Compagnia Aerea,solitamente almeno 2 ore prima della partenza stimata, e presentarsi presso uno dei punti di contatto,zone dedicate in cui le persone a ridotta mobilità possono recarsi per comunicare il loro arrivo e richiedere assistenza.
I punti di contatto dell’aeroporto di Rimini-San Marino sono:

– l’ufficio informazioni\biglietteria,
– l’apposito citofono posto nel parcheggio a pagamento a lunga sosta.

E’ inoltre presente un percorso, non ancora completato, per passeggeri ipovedenti che dall’ingresso (lato Rimini) devono recarsi alla nuova biglietteria, dove poter ricevere l’assistenza richiesta.

Chi mi fornirà assistenza in aeroporto?

Personale debitamente formato vi darà assistenza durante le operazioni di check-in, controlli di sicurezza e imbarco.

Di quali servizi posso usufruire?

Verrà fornita assistenza dal punto di contatto fino al posto a sedere in aereo, inclusa l’assistenza necessaria per l’imbarco e il ritiro dei bagagli, a mano e da stiva.
Come per tutti gli altri passeggeri, si ha diritto ad utilizzare tutti i servizi dell’aeroporto. L’assistenza sarà adattata al grado di mobilità; l’Aeroporto Internazionale “Federico Fellini” è dotato di:

– banchi Info-Biglietteria idonei a passeggeri PRM su sedia a rotelle;
– di tavoli bar idonei a passeggeri PRM su sedia a rotelle;
– di percorso, non ancora completato, per passeggeri ipovedenti che dall’ingresso (lato Rimini) devono recarsi alla biglietteria e viceversa;
– di 15 posti auto per disabili (1 posto auto ogni 50 destinati a passeggeri normodotati) nell’area a sosta lunga; attraversamenti dedicati sia nell’area a sosta lunga che a sosta breve;
– bagni disabili: nel corpo di fabbrica centrale e 1 nell’area partenze Extra Schengen;
– 4 ascensori ad utilizzo PRM nell’area Uffici Airiminum, area ristorazione e sale imbarchi.

Dovrò pagare un extra per il trasporto in stiva di eventuali attrezzature per la mobilità?

No, la sedia a rotelle di proprietà (incluso quelle funzionanti a batteria, se permesso), è trasportata gratuitamente come bagaglio registrato, oltre la normale franchigia consentita.

Come posso raggiungere l’aeroporto via treno\bus?

L’Aeroporto di Rimini-San Marino ha nel piazzale esterno una fermata del bus di linea numero 9, che lo collega alla stazione ferroviaria di Rimini, e al centro città ogni 30 minuti.

DEFINIZIONI

– PASSEGGERI A RIDOTTA MOBILITA’ (PRM) Per “persona con ridotta mobilità (PRM)” si intende quel soggetto la cui capacità di movimento è ridotta e/o integrata con ausili terapeutici e/o sanitari – a seguito di un’inabilità fisica (sensoriale o motoria), impedimento intellettivo, età, o qualsiasi altra causa – e per questo richiede attenzioni speciali, imponendo di adeguare il servizio a standard specifici.  

– WCHR: (Wheelchair-ramp) passeggero che può camminare autonomamente all’interno dell’aeromobile nonchè scendere e salire le scale, ma che ha bisogno di una sedia a rotelle o di altro mezzo di trasporto per spostarsi per lunghi tratti all’interno dell’aerostazione.

– WCHS: (Wheelchair-steps) passeggero che può camminare autonomamente all’interno di un aeromobile, ma che non può scendere o salire le scale e che ha bisogno di una sedia a rotelelle o di altro mezzo di trasporto per spostarsi all’interno dell’aerostazione. 

– WCHC: (Wheelchair-cabin) passeggero immobilizzato, che ha bisogno di una sedia a rotelle per spostarsi e necessita di assistenza dal momento dell’arrivo in aeroporto fino al termine del volo nonchè per uscire dall’aeroporto.

– BLND: (Blind) passeggeri con menomazione della vista, non vedente o ipovedenti; per questo passeggero è previsto l’affiancamento di un accompagnatore.

– DEAF: (Deaf) passeggero con menomazione dell’udito o dell’udito e della parola; per questo passeggero è previsto l’affiancamento di un accompagnatore.

– DEAF/BLIND: passeggero con menomazione della vista e dell’udito e che ha bisogno dell’assistenza di un accompagnatore per spostarsi.

– DPNA: passeggeri con problemi intellettivi o comportamentali; per questo passeggero è previsto l’affiancamento di un accompagnatore.

Link Utili:   Linee guida per PRM di Enac    Enac   Ue

Informazioni stampabili:   Regolamento (CE) n.1107/2006